Madeira NaturezaFORESTA DI LAURISSILVA, PATRIMONIO DELL’UMANITÀ

Visitate la foresta indigena dell’Isola di Madeira, che João Gonçalves Zarco ed i suoi compagni di viaggio hanno trovato, quando nel 1419, arrivarono nell’ Ilha da Madeira, ”l’isola del legno”!
Il patrimonio naturalistico di Madeira è stato considerato, nello spazio europeo, come Patrimonio Naturalistico dell’Umanità, il 2 Dicembre 1999, per la propria grande diversità, ricchezza e stato di conservazione, che si deve in gran parte al rispetto dei madeirensi, l’Unesco ha scoperto questa realtà, attribuendone il riconoscimento, unico in Portogallo, a questo esempio bio-culturale. Non smettete di ammirare e godere di questa foresta che è originaria del Periodo Terziario, sopravvisuta alle ultime glaciazioni, e presente in questa quantità, solo nell’ area geografica della Macaronesia, ossia in Madeira, Azzorre e Canarie. Madeira è la regione con la maggior area forestale di questo tipo, circa 22 mila ettari, possedendo anche la maggior varietà di flora (a mq) e fauna, con alcune specie rare come è il caso dell’Orchidea da Serra, Dactylorhiza foliosa, unica al mondo. Ammirate gli alberi appartenenti alla famiglia delle Lauracee (il til, Ocotea foetens, il loureiro, Laurus Azorica, il vinhatico, Persea indica, ed il barbusano, Apollonias barbujana) e fra gli altri il foglioso Clethra arbórea, od il cedro di Madeira, Juniperus cedrus, e scoprite nel sottobosco, arbusti, felci, muschi, licheni ed altre piante di piccole dimensioni, caratteristiche della Laurissilva. Riguardo la fauna, spicca negli uccelli, l’endemico “pombo trocaz”, Columba trocaz, uccello emblematico della Laurissilva e simbolo del Parco Naturale di Madeira, venendo a mancare qualunque tipo di rettile velenoso all’uomo, rende ai più, piacevole scoprire un vero santuario naturalistico, autentico laboratorio per gli amanti e studiosi della botanicaQuesta Foresta, oriunda del Período Terziário, occupa circa 22 mila ettari e possiede una grande varietà di fauna e flora con alcune specie uniche e rare.

A lato di tutta questa bellezza magnanima, si trovano le “levadas”.

Percorrendo a piedi questi canali d’irrigazione primitivi, il visitatore scopre paesaggi da togliere il fiato.

Per un totale di 1500 Kms, tra valli e montagne, le “levadas” di Madeira permettono di accedere al cuore dell’isola